Calendario corsi

Calendario eventi

Dicembre,
2020
01 Dicembre 2020
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
29 30 1 Tuesday, 1 December 2020 2 Wednesday, 2 December 2020 3 Thursday, 3 December 2020 4 Friday, 4 December 2020 5 Saturday, 5 December 2020
6 Sunday, 6 December 2020 7 Monday, 7 December 2020 8 Tuesday, 8 December 2020 9 Wednesday, 9 December 2020 10 Thursday, 10 December 2020 11 Friday, 11 December 2020 12 Saturday, 12 December 2020
13 Sunday, 13 December 2020 14 Monday, 14 December 2020 15 Tuesday, 15 December 2020 16 Wednesday, 16 December 2020 17 Thursday, 17 December 2020 18 Friday, 18 December 2020 19 Saturday, 19 December 2020
20 Sunday, 20 December 2020 21 Monday, 21 December 2020 22 Tuesday, 22 December 2020 23 Wednesday, 23 December 2020 24 Thursday, 24 December 2020 25 Friday, 25 December 2020 26 Saturday, 26 December 2020
27 Sunday, 27 December 2020 28 Monday, 28 December 2020 29 Tuesday, 29 December 2020 30 Wednesday, 30 December 2020 31 Thursday, 31 December 2020 1 2

Come definito dall'Organizzazione mondiale della sanità "la salute sul lavoro riguarda tutti gli aspetti di salute e sicurezza sul luogo di lavoro e ha una elevata attenzione alla prevenzione primaria dei pericoli". La salute è stata definita come "uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non limitato alla mera assenza di malattia o infermità". La salute sul lavoro è un campo multidisciplinare di assistenza sanitaria concernente l'abilitazione dell'individuo ad intraprendere la sua occupazione, nel modo che causi meno danno alla sua salute. La salute è stata definita con un'accezione più ampia rispetto alla comune promozione della salute e sicurezza sul lavoro, che è concentrata sulla prevenzione del danno da ogni pericolo accidentale presente sul luogo di lavoro. 

Con salute e sicurezza sul lavoro (comunemente sicurezza sul lavoro) si indica l'insieme delle misure preventive e protettive da adottare per gestire al meglio la salute, la sicurezza e il benessere dei lavoratori sui luoghi di lavoro, in modo da evitare o ridurre al minimo possibile l'esposizione dei lavoratori ai rischi connessi all'attività lavorativa, riducendo o eliminando gli infortuni e le malattie professionali.

La norma di riferimento è il "T.U.” (D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., così come modificato dal d.lgs n 151/2015, elaborato recependo le direttive comunitarie che si basano sul principio della programmazione e della partecipazione di tutti i soggetti coinvolti nel processo di miglioramento delle condizioni di prevenzione e tutela della salute sul luogo di lavoro.


Il Testo
 elenca le misure generali di tutela del sistema di sicurezza aziendale, che vengono poi integrate dalle misure di sicurezza previste per specifici rischi o settori di attività (es. movimentazione manuale di carichi, videoterminali, agenti fisici, biologici e cancerogeni, etc.).


Sono fondamentali le 
attività formative (informazione e addestramento) rivolte ai lavoratori, nonché alle diverse figure interessate dalla materia della sicurezza e prevenzione sul luogo di lavoro (secondo le indicazioni individuate nell'Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011, allegato A).

Nel D.Lgs. 81/2008 la sesta sezione del capo III del titolo I (articoli 43-46) è dedicata espressamente al tema della “Gestione delle emergenze” e, in questa sezione, sono individuati vari obblighi organizzativi in capo al datore di lavoro (“e ai dirigenti, secondo le attribuzioni e le competenze a questi ultimi conferite ex art. 18 del decreto n. 81”), con specifico riferimento anche alla “materia del primo soccorso e della prevenzione incendi” e dei “diritti dei lavoratori in caso di pericolo ‘grave e immediato’”.

Articolo 43 - Disposizioni generali

1. Ai fini degli adempimenti di cui all’articolo 18, comma 1, lettera t), il datore di lavoro:

a) organizza i necessari rapporti con i servizi pubblici competenti in materia di primo soccorso, salvataggio, lotta antincendio e gestione dell’emergenza;

b) designa preventivamente i lavoratori di cui all’articolo 18, comma 1, lettera b);

c) informa tutti i lavoratori che possono essere esposti a un pericolo grave e immediato circa le misure predisposte e i comportamenti da adottare;

d) programma gli interventi, prende i provvedimenti e dà istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave e immediato che non può essere evitato, possano cessare la loro attività, o mettersi al sicuro, abbandonando immediatamente il luogo di lavoro;

e) adotta i provvedimenti necessari affinché qualsiasi lavoratore, in caso di pericolo grave ed immediato per la propria sicurezza o per quella di altre persone e nell’impossibilità di contattare il competente superiore gerarchico, possa prendere le misure adeguate per evitare le conseguenze di tale pericolo, tenendo conto delle sue conoscenze e dei mezzi tecnici disponibili.

e-bis) garantisce la presenza di mezzi di estinzione idonei alla classe di incendio ed al livello di rischio presenti sul luogo di lavoro, tenendo anche conto delle particolari condizioni in cui possono essere usati. L’obbligo si applica anche agli impianti di estinzione fissi, manuali o automatici, individuati in relazione alla valutazione dei rischi.

2. Ai fini delle designazioni di cui al comma 1, lettera b), il datore di lavoro tiene conto delle dimensioni dell’azienda e dei rischi specifici dell’azienda o della unità produttiva secondo i criteri previsti nei Decreti di cui all’articolo 46.

ISCRIZIONI A NUMERO CHIUSO⌛
Le iscrizioni si chiuderanno 3 gg prima dell'evento, vale anche come rinnovo. 
Modalità di iscrizione.
📝Visita il sito www.blucorporation.it troverai: procedura e modello d'iscrizione editabile, modalità di pagamento.
✔Durata 5 ore (Refresh 2 anni)
Il corso che tutti dovrebbero frequentare; NON C’È GRATIFICAZIONE PIÙ GRANDE AL MONDO DI QUELLA DI AVER SALVATO UNA VITA! 😇💞
☝In questo corso imparerai le tecniche di base a supporto delle funzioni vitali (Basic Life Support) che ti permetteranno di poter affrontare una situazione di emergenza, incluso l’utilizzo del Defibrillatore Semiautomatico Esterno (AED), su di una persona in arresto respiratorio e cardiaco, nell’attesa dei soccorsi. Il tutto secondo le ultimissime indicazioni delle Linee Guida ILCOR.
DESTINATARI
La certificazione all’utilizzo dell’AED in Regione Calabria richiede la maggiore età (anni 18). 
IMPORTANTE
Si rende necessario precisare che è consentito utilizzare il defibrillatore semiautomatico esterno (AED) solo se preventivamente FORMATI E SOPRATTUTTO AUTORIZZATI, secondo il regolamento emanato dalla propria Regione di appartenenza (cfr D.L. 18 marzo 2011 n. 273, G.U. 129 del 06/06/2011 e s.m.i.).
LA BLU CORPORATION È ENTE FORMATIVO AUTORIZZATO REGIONE CALABRIA - RICONOSCIMENTO N. 134687 E REGIONE SICILIA PROT. N. 70731;
PREREQUISITI
Esse maggiorenni;
Iscrizione corso compilata correttamente e pagamento spese corso il tutto inviati/consegnati all’organizzatore del corso 
PROGRAMMA MODULO (BLS CON AED ADULTO E PEDIATRICO):
Gestione dell’emergenza
– La catena della sopravvivenza
– La chiamata di soccorso
– L’intervento diretto
BLSD NELL’ADULTO
– Arresto cardiaco
– Valutazione ambientale
– Valutazione primaria
– Rianimazione cardiopolmonare
– Protezioni individuali
– Defibrillazione
– Stato di gravidanza avanzata
– Posizione laterale di sicurezza
– Manovre di disostruzione delle vie aeree
BLSD NEL BAMBINO
– Catena della sopravvivenza pediatrica
– Valutazione ambientale e valutazione primaria
– Allertare i soccorsi avanzati
– Rianimazione cardiopolmonare
– Maschera tascabile
– Defibrillazione
– Manovre di disostruzione delle vie aeree
BLS NEL LATTANTE
– Soccorso ai lattanti
– Valutazione primaria
– Allertare i soccorsi avanzati
– Rianimazione cardiopolmonare
– Manovre di disostruzione delle vie aeree
MATERIALI ALLIEVO CONSEGNATO:
- Manuale BLSD Salvamento Agency;
- Maschera facciale di rianimazione e ulteriori barriere protettive;
- Certificazione: ATTESTATO e CARD al raggiungimento degli obiettivi previsti dal programma del corso;
ISOLE DI ADDESTRAMENTO CON MANICHINI LEARDAL e attrezzature di ultima generazione
- manichini Resusci Anne QCPR e Resusci Baby QCPR che consentono di praticare le procedure di RCP in maniera precisa e realistica. La misurazione delle compressioni e delle ventilazioni offrono indicazioni precise e accurate. Le funzionalità di debriefing e il feedback dettagliato consentono agli allievi di apprendere le procedure di RCP e di migliorare le loro prestazioni più facilmente.
- Veste Act+Fast per praticare la manovra di Heimlich - strumento indispensabile per gli istruttori di RCP, in quanto consente di insegnare efficacemente come eseguire in modo corretto la manovra a spinte addominali (Heimlich) direttamente su una persona.
 
- Defibrillatori ZOLL AED 3, ZOLL AED PULS, ZOLL TRAINER, Progettati e realizzati per la massima semplicità d'uso, facendo tesoro di anni di ricerche sull'utilizzo dei defibrillatori da parte di soccorritori addestrati e non. Sono inoltre dotati della funzione Real CPR Help®, la tecnologia di feedback in tempo reale per la rianimazione cardiopolmonare di ZOLL, utilissimi per monitorare la procedura RCP.
Visualizza gli eventi di tutte le categorie


Dicembre 2020
D L M M G V S
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Corsi e Formazione Sicurezza sul Lavoro D.Lgs 81/08 - Corsi Antincendio - Corsi di Primo Soccorso - Corsi BLSD e PBLSD - Corsi Istruttori BLSD e PBLSD - Corsi Manovre Disostruzione delle vie aeree - Consulenza Defibrillatori in Azienda e negli ambienti Sportivi - Progammazione Progetti PAD Calabria - Corsi Bagnino di Salvataggio

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se continui ad utilizzare questo sito accetti la cookies policy.